Il Coronavirus diventa un malware

Articolo pubblicato su Hacker Journal il 28/02/2020

I produttori di malware stanno approfittando dell’attuale focolaio globale di COVID-19

I ricercatori di Cybaze / Yoroi ZLAb hanno recentemente scoperto un sospetto eseguibile CoronaVirusSafetyMeasures_pdf.exe dopo che è stato inviato al loro servizio gratuito di analisi dei file basato su sandbox Yomi Hunter.

Mentre il vettore di infezione utilizzato dagli aggressori non è ancora noto, il metodo più probabile di diffusione è una campagna di phishing che lo consegnerebbe come allegato e-mail.

Un rapporto pubblicato dai ricercatori di Imperva evidenzia anche come “alti livelli di preoccupazione intorno al Coronavirus sono attualmente utilizzati per aumentare la popolarità online delle campagne di spamming progettate per diffondere notizie false e guidare gli utenti ignari a pericolose farmacie online”.