Articolo di Fremondoweb del 21 febbraio 2018 L’Università del Sannio avvia il primo laboratorio in Italia di malware analysis nato dal connubio tra accademia e impresa. L’innovativo progetto, che coinvolge il Dipartimento di Ingegneria dell’ateneo sannita e la CSE Cybsec spa, è stato presentato oggi a Palazzo San Domenico. Sono intervenuti il rettore Filippo de Rossi, il responsabile del progetto di ricerca Corrado Aaron Visaggio, il delegato alla Ricerca di ateneo Gerardo Canfora, e per la CSE Cybsec spa, l’amministratore Marco Castaldo e Pierluigi Paganini, chief technology officer. Il nuovo laboratorio Unisannio oltre a formare specifiche professionalità, attualmente molto richieste dal mercato del lavoro, svilupperà ricerche su tecnologie innovative nell’ambito della protezione informatica. Si partirà, infatti, con un lavoro commissionato dalla Cybsec per lo sviluppo di tecnologie in grado di riconoscere attacchi, infezioni ed intrusioni nelle piccole e medie imprese. La società, che opera nel mercato della protezione da attacchi informatici sia nel settore privato che in quello pubblico, ha finanziato la ricerca con 150mila euro. “Si svilupperanno delle tecnologie in grado di riconoscere attacchi, infezioni ed intrusioni nelle piccole e medie imprese – ha spiegato il prof. Visaggio, docente dell’ateneo sannita e responsabile scientifico del progetto -. Le soluzioni attualmente esistenti, infatti, sia per struttura che per costo, mal si adattano a realtà diverse dalle grandi aziende. E, come sappiamo, il tessuto imprenditoriale italiano è soprattutto costituito da PMI”. La Cybsec ha, inoltre, finanziato  un laboratorio di malware analysis, impiegando 4 laureati dell’Università del Sannio. Ne sta anche formando altri 10 da inserire nelle sue attività. Oltre ad aver acquistato della strumentazione innovativa per condurre le ricerche. “Ad oggi, non esistono – ha dichiarato il rettore de Rossi – laboratori di malware analysis in Italia nati da un connubio tra università e impresa, dove l’università trasferisce il suo know-how e l’impresa le proprie risorse economiche. La malware analysis è una disciplina fortemente richiesta dal mercato, data la rilevanza che sta assumendo la cybersecurity, ma che è molto specialistica ed è estremamente difficile reperire professionisti con tali conoscenze”. “Con questo progetto – ha proseguito il prof. Canfora – il Dipartimento di Ingegneria si prepara a formare competenze estremamente innovative e rare nel panorama industriale, ma anche a sviluppare, insieme ad un importante partner industriale, soluzioni e know-how che potranno avere una significativa ricaduta sul territorio oltre che potrebbe portare risorse per ulteriori progetti di ricerca in quest’area”. “Secondo l’Agenzia europea per la sicurezza delle reti e delle informazioni anche nel 2017 i malware si sono rivelati la maggiore minaccia per software e hardware. Usati per interferire con essi e prenderne il controllo, rappresentano un rischio che non può essere sottostimato.” A dirlo è Marco Castaldo, amministratore delegato di Cse Cybsec spa che per questo motivo ha deciso di finanziare un centro di ricerca anti-malware presso l’Università degli Studi del Sannio. Per spiegarne i motivi nel dettaglio, Pierluigi Paganini, chief technology officer e responsabile del malware lab della stessa azienda, CSE Cybsec spa, aggiunge: “Nel primo quadrimestre del 2017 le aziende antivirus hanno individuato almeno 700 milioni di codici malevoli a livello globale. È pertanto chiaro che la minaccia si moltiplica a livello esponenziale. Ma l’anno scorso, da gennaio 2016 a giugno 2017, sono stati bloccati un miliardo e 200 milioni di virus informatici in tutto il mondo, di cui il 2,3% in Italia. Bisogna fare di più. Per questo abbiamo deciso di avviare un malware Lab con Unisannio per mettere insieme il meglio del pubblico e del privato per contrastarli.” Il direttore del Laboratorio sarà l’ingegnere Antonio Pirozzi di CSE Cybsec spa....

Servizio della webtv Ntr24, del 20 febbraio 2018 Sarà un laboratorio all’avanguardia dove studiare i virus informatici ed aiutare le aziende e gli enti a gestire in sicurezza i file. Nasce da queste premesse il primo laboratorio in Italia di ‘malware analysis’ promosso dal Dipartimento di Ingegneria dell’Unisannio e la CYBSEC Enterprise S.p.A., una società che opera nel mercato della protezione da attacchi informatici sia nel settore privato che in quello pubblico. Il progetto prende il via con un duplice obiettivo: dal un lato la formazione, per i laureandi in Ingegneria, e dall’altro l’implementazione della ricerca di settore, sfruttando le competenze degli ingegneri sanniti. L’obiettivo è quello di compiere dei passi in avanti nel campo della cybersecurity, un settore complesso ed estremamente dinamico. A presentare l’iniziativa il responsabile del progetto di ricerca, Corrado Aaron Visaggio. Quello dell’Unisannio è il primo laboratorio in Italia di questo genere. “Si tratta – ha aggiunto Visaggio – di un’opportunità importante per il territorio e per i ragazzi che potranno specializzarsi all’interno dell’ateneo”. Si tratta, inoltre, di una professionalità molto richiesta dal mercato del lavoro. Il laboratorio partirà con un lavoro commissionato dalla CYBSEC per lo sviluppo di tecnologie in grado di riconoscere attacchi, infezioni ed intrusioni nelle piccole e medie imprese. “Il nostro obiettivo – ha concluso – Pierluigi Paganini, chief technology officer della CYBSEC – è quello di coniugare la nostra esperienza sul campo con la qualità della ricerca dell’Unisannio e dare vita a sistemi di sicurezza sempre più affidabili ed efficienti”....

Articolo de IlQuaderno.it pubblicato il 20 febbraio 2018 L’Università del Sannio avvia il primo laboratorio in Italia di malware analysis nato dal connubio tra accademia e impresa. L’innovativo progetto, che coinvolge il Dipartimento di Ingegneria dell’ateneo sannita e la CSE Cybsec spa, è stato presentato oggi a Palazzo San Domenico. Sono intervenuti il rettore Filippo de Rossi, il responsabile del progetto di ricerca Corrado Aaron Visaggio, il delegato alla Ricerca di ateneo Gerardo Canfora, e per la CSE Cybsec spa, l’amministratore Marco Castaldo e Pierluigi Paganini, chief technology officer. Il nuovo laboratorio Unisannio oltre a formare specifiche professionalità, attualmente molto richieste dal mercato del lavoro, svilupperà ricerche su tecnologie innovative nell’ambito della protezione informatica. Si partirà, infatti, con un lavoro commissionato dalla Cybsec per lo sviluppo di tecnologie in grado di riconoscere attacchi, infezioni ed intrusioni nelle piccole e medie imprese. La società, che opera nel mercato della protezione da attacchi informatici sia nel settore privato che in quello pubblico, ha finanziato la ricerca con 150mila euro. “Si svilupperanno delle tecnologie in grado di riconoscere attacchi, infezioni ed intrusioni nelle piccole e medie imprese – ha spiegato il prof. Visaggio, docente dell’ateneo sannita e responsabile scientifico del progetto -. Le soluzioni attualmente esistenti, infatti, sia per struttura che per costo, mal si adattano a realtà diverse dalle grandi aziende. E, come sappiamo, il tessuto imprenditoriale italiano è soprattutto costituito da PMI”. La Cybsec ha, inoltre, finanziato  un laboratorio di malware analysis, impiegando 4 laureati dell’Università del Sannio. Ne sta anche formando altri 10 da inserire nelle sue attività. Oltre ad aver acquistato della strumentazione innovativa per condurre le ricerche. “Ad oggi, non esistono – ha dichiarato il rettore de Rossi - laboratori di malware analysis in Italia nati da un connubio tra università e impresa, dove l’università trasferisce il suo know-how e l’impresa le proprie risorse economiche. La malware analysis è una disciplina fortemente richiesta dal mercato, data la rilevanza che sta assumendo la cybersecurity, ma che è molto specialistica ed è estremamente difficile reperire professionisti con tali conoscenze”. “Con questo progetto – ha proseguito il prof. Canfora - il Dipartimento di Ingegneria si prepara a formare competenze estremamente innovative e rare nel panorama industriale, ma anche a sviluppare, insieme ad un importante partner industriale, soluzioni e know-how che potranno avere una significativa ricaduta sul territorio oltre che potrebbe portare risorse per ulteriori progetti di ricerca in quest’area”. “Secondo l’Agenzia europea per la sicurezza delle reti e delle informazioni anche nel 2017 i malware si sono rivelati la maggiore minaccia per software e hardware. Usati per interferire con essi e prenderne il controllo, rappresentano un rischio che non può essere sottostimato.” A dirlo è Marco Castaldo, amministratore delegato di Cse Cybsec spa che per questo motivo ha deciso di finanziare un centro di ricerca anti-malware presso l’Università degli Studi del Sannio. Per spiegarne i motivi nel dettaglio, Pierluigi Paganini, chief technology officer e responsabile del malware lab della stessa azienda, CSE Cybsec spa, aggiunge: “Nel primo quadrimestre del 2017 le aziende antivirus hanno individuato almeno 700 milioni di codici malevoli a livello globale. È pertanto chiaro che la minaccia si moltiplica a livello esponenziale. Ma l’anno scorso, da gennaio 2016 a giugno 2017, sono stati bloccati un miliardo e 200 milioni di virus informatici in tutto il mondo, di cui il 2,3% in Italia. Bisogna fare di più. Per questo abbiamo deciso di avviare un malware Lab con Unisannio per mettere insieme il meglio del pubblico e del privato per contrastarli.” Il direttore del Laboratorio sarà l’ingegnere Antonio Pirozzi di CSE Cybsec spa....

Articolo pubblicato su TvSette.net il 15 febbraio 2018 Giulia Abbate, candidata al Senato nel collegio uninominale Benevento-Santa Maria Capua Vetere parteciperà domani alla presentazione del progetto che vede coinvolto il Dipartimento di Ingegneria dell’Unisannio e la Cybsec Enterprise, una società che opera nel mercato della protezione da attacchi informatici sia nel settore privato che pubblico. “Il Dipartimento di Ingegneria – ha dichiarato Abbate – dell’Ateneo sannita si distingue da anni come eccellenza del mondo accademico, una realtà capace di essere altamente competitiva in molti campi, soprattutto in quello della cyber security. Non a caso uno dei colossi che opera nel campo della sicurezza informatica ha scelto il team diretto dai proff. Aaron Visaggio e Gerardo Canfora per la creazione di un laboratorio di malware analysis a Benevento: vale a dire un luogo in cui è possibile essere in grado di riconoscere e neutralizzare attacchi, infezioni e intrusioni web nelle piccole e medie imprese: uno scenario tutt’altro che lontano che coinvolge tutti, nessuno escluso”. “L’Unisannio – ha proseguito la candidata – offre al territorio una opportunità di formazione in un campo che richiede ed assorbe figure professionali in modo immediato. Un laboratorio preziosissimo di menti e competenze che è talmente qualificato da riuscire ad attrarre investimenti e aziende private sul territorio. Il Dipartimento di Ingegneria è un’eccellenza riconosciuta che la politica ha il dovere di sostenere fornendo all’Ateneo tutti gli strumenti perché si sviluppi e diventi una realtà scientifica sempre più affermata in Italia e nel mondo. Intatti, la squadra diretta dal prof. Aaron Visaggio già collabora a livello nazionale e internazionale con organi istituzionali e forze dell’ordine per la protezione della sicurezza informatica”. “Una fabbrica – ha concluso Abbate – in grado di formare professionalità molto richieste attualmente sul mercato del lavoro, che si sposa con la capacità ad attrarre grossi investimenti e diventa, nell’immediato, una delle strade percorribili per creare posti di lavoro, grandi professionalità e sviluppo del territorio. Una delle mie priorità, qualora avessi l’opportunità di sedere al Senato, sarebbe proprio di incentivare le competenze locali per creare prospettive a medio e lungo termine che possano fare bene al nostro Sannio”....

Articolo pubblicato su Canale58, il 15 febbraio 2018 Sarà presentato il 20 febbraio 2018, alle ore 15.30, presso la Sala Rossa di Palazzo San Domenico, l’innovativo progetto che coinvolge il Dipartimento di Ingegneria dell’ateneo sannita e la CYBSEC Enterprise S.p.A., una società che opera nel mercato della protezione da attacchi informatici sia nel settore privato che in quello pubblico. Il nuovo laboratorio Unisannio oltre a formare specifiche professionalità, attualmente molto richieste dal mercato del lavoro, svilupperà ricerche su tecnologie innovative nell’ambito della protezione informatica. Si partirà con un lavoro commissionato dalla CYBSEC per lo sviluppo di tecnologie in grado di riconoscere attacchi, infezioni ed intrusioni nelle piccole e medie imprese. Interverranno alla conferenza stampa: il rettore Filippo de Rossi, il responsabile del progetto di ricerca Corrado Aaron Visaggio, il delegato alla Ricerca di ateneo Gerardo Canfora, e per la CYBSEC Spa, il managing director Marco Castaldo e Pierluigi Paganini, chief technology officer....

Articolo di Anteprima24, pubblicato il 15 febbraio 2018 Benevento – All’Università del Sannio il primo laboratorio in Italia di malware analysis nato dal connubio tra accademia e impresa. Sarà presentato il 20 febbraio 2018, alle ore 15.30, presso la Sala Rossa di Palazzo San Domenico, l’innovativo progetto che coinvolge il Dipartimento di Ingegneria dell’ateneo sannita e la CYBSEC Enterprise S.p.A., una società che opera nel mercato della protezione da attacchi informatici sia nel settore privato che in quello pubblico. Il nuovo laboratorio Unisannio oltre a formare specifiche professionalità, attualmente molto richieste dal mercato del lavoro, svilupperà ricerche su tecnologie innovative nell’ambito della protezione informatica. Si partirà con un lavoro commissionato dalla CYBSEC per lo sviluppo di tecnologie in grado di riconoscere attacchi, infezioni ed intrusioni nelle piccole e medie imprese. Interverranno alla conferenza stampa: il rettore Filippo de Rossi, il responsabile del progetto di ricerca Corrado Aaron Visaggio, il delegato alla Ricerca di ateneo Gerardo Canfora, e per la CYBSEC Spa, il managing director Marco Castaldo e Pierluigi Paganini, chief technology officer....

Comunicato stampa del 19 febbraio “Secondo l’Agenzia europea per la sicurezza delle reti e delle informazioni anche nel 2017 i malware si sono rivelati la maggiore minaccia per software e hardware. Usati per interferire con essi e prenderne il controllo, rappresentano un rischio che non può essere sottostimato.” A dirlo è Marco Castaldo, amministratore delegato di Cse Cybsec spa che per questo motivo ha deciso di finanziare un centro di ricerca anti-malware presso l’Università degli Studi del Sannio. Per spiegarne i motivi nel dettaglio, Pierluigi Paganini, Chief technology Officer e responsabile del malware lab della stessa azienda, CSE Cybsec spa, aggiunge: “Nel primo quadrimestre del 2017 le aziende antivirus hanno individuato almeno 700 milioni di codici malevoli a livello globale. È pertanto chiaro che la minaccia si moltiplica a livello esponenziale. Ma l’anno scorso, da gennaio 2016 a giugno 2017, sono stati bloccati un miliardo e 200 milioni di virus informatici in tutto il mondo, di cui il 2,3% in Italia. Bisogna fare di più. Per questo abbiamo deciso di avviare un malware Lab con Unisannio per mettere insieme il meglio del pubblico e del privato per contrastarli.” Il direttore del Laboratorio sarà l’ingegnere Antonio Pirozzi di CSE Cybsec spa. Obbiettivi e metodologia. Come è scritto nel Libro bianco sulla Cybsersecurity appena presentato a Milano dal CINI, il fatto che una larghissima parte del codice malevolo distribuito in rete ogni anno derivi da codice malevolo già esistente rappresenta il tallone di Achille dei sistemi di attacco basati sul malware. Analizzando il codice è infatti possibile poter tracciare e correlare gli attori che operano attacchi informatici mediante malware. Analizzando la similarità tra codice è possibile correlare attacchi diversi a codice simile, ottenendo così un potente strumento di analisi forense e di prevenzione degli attacchi. “Essere in grado di individuare le modalità di infezione nei singoli computer e nelle reti aziendali, ad esempio a causa dell’apertura di un allegato infetto, significa monitorare le reti aziendali e i singoli terminali per correlare l’infezione alle azioni che ne hanno determinato l’installazione e l’attivazione. Questo è proprio quello che ci proponiamo di fare.” Ha concluso Paganini. Il Laboratorio sarà presentato il 20 febbraio 2018, alle ore 15.30, presso la Sala Rossa di Palazzo San Domenico, Università del Sannio, in Piazza Guerrazzi 1, a Benevento. La joint venture vede impegnati il Dipartimento di Ingegneria dell’ateneo sannita e la CSE Cybsec spa. Il laboratorio avrà come obbiettivo la formazione in loco di cacciatori di virus, professionalità molto richieste dal mercato del lavoro, e svilupperà ricerche su tecnologie innovative nell’ambito della protezione informatica. Inizialmente l’attività sarà concentrata sullo sviluppo di tecnologie in grado di riconoscere attacchi, infezioni ed intrusioni nelle piccole e medie imprese. Alla conferenza stampa di presentazione del “malware lab” interverranno il rettore dell’ateneo sannita Filippo de Rossi, il responsabile del progetto di ricerca il professore Corrado Aaron Visaggio, il delegato alla Ricerca di ateneo Gerardo Canfora, e per CSE Cybsec spa, l’amministratore Marco Castaldo e Pierluigi Paganini, Chief technology officer.   Per media relation: media@csecybsec.com - cell. + 39 335 6785259 [section_tc][column_tc span='12'][alert_box_tc style='info' trigger_pt='0' duration='1000' delay='0'] Download in versione pdf [/alert_box_tc][/column_tc][/section_tc]...

Puntata del 17 febbraio 2018 Uno speciale del TG5 sulla Cybersecurity, sul rischio informatico e sul Deep Web: intervistato il gotha degli esperti italiani di sicurezza digitale, incluso il nostro CTO Ing. Pierluigi Paganini. Il video illustra con un linguaggio divulgativo i problemi e le complessità di questo scenario, e lancia l'allarme sulla necessità di una più attenta difesa dell’interesse nazionale e della sicurezza delle aziende e dei privati”. Qui puoi vedere la puntata intera....

Articolo della redazione di NTR24, pubblicato il 15/02/2018 Sarà presentato il 20 febbraio 2018, alle ore 15.30, presso la Sala Rossa di Palazzo San Domenico, l’innovativo progetto che coinvolge il Dipartimento di Ingegneria dell’ateneo sannita e la CYBSEC Enterprise S.p.A., una società che opera nel mercato della protezione da attacchi informatici sia nel settore privato che in quello pubblico. Il nuovo laboratorio Unisannio oltre a formare specifiche professionalità, attualmente molto richieste dal mercato del lavoro, svilupperà ricerche su tecnologie innovative nell’ambito della protezione informatica. Si partirà con un lavoro commissionato dalla CYBSEC per lo sviluppo di tecnologie in grado di riconoscere attacchi, infezioni ed intrusioni nelle piccole e medie imprese. Interverranno alla conferenza stampa: il rettore Filippo de Rossi, il responsabile del progetto di ricerca Corrado Aaron Visaggio, il delegato alla Ricerca di ateneo Gerardo Canfora, e per la CYBSEC Spa, il managing director Marco Castaldo e Pierluigi Paganini, chief technology officer....